Compagnia Teatrale “Volti dal Kaos”

logo_vdk_n
La compagnia teatrale Volti dal Kaos nasce nel 2007, per un’intuizione del preside di allora, don Salvatore Mangiapane, da un’idea di Gianpaolo Bellanca, regista e architetto, e di sua moglie, Myriam Leone, insegnante di Latino e Greco, entrambi docenti dell’Istituto salesiano “Don Bosco – Villa Ranchibile” di Palermo, ed è costituita da allievi del liceo classico, scientifico ed economico, ex-allievi, giovani universitari più alcuni aspiranti scenografi, attori e registi. La nostra compagnia, che nasce in seno alla scuola salesiana e si è sviluppata al suo interno, condivide con essa finalità e obiettivi godendo da sempre del suo pieno appoggio.

Il nome Volti dal Kaos
La scelta del nome Volti dal Kaos è piuttosto articolata. Noi siamo in tanti, decine e decine di ragazzi che si mettono in gioco quotidianamente attraverso il teatro: tanti… tanti visi, tanti volti. Il teatro è quello che ci ha fatti conoscere, ci ha messi in moto, ha trasformato quello che eravamo: siamo stati dunque stra-volti dalla sua potenza. Il Kaos, invece, è quello che ci rappresenta, è quello che portiamo in giro quando siamo tutti insieme, allievi, ex-allievi, insegnanti, mamme, musicisti e collaboratori: tuttavia si tratta di un Kaos lucido, divertente, dentro il quale e attraverso il quale nascono tutti i nostri lavori.
Ma la parola Kaos è anche un omaggio a Luigi Pirandello, nato nell’omonima contrada di Agrigento e dunque, come noi, siciliano. Molte sono le idee del maestro girgentino che ispirano la nostra opera: le relazioni sociali come gioco di maschere, l’inconoscibilità della vera identità di ciascuno, la vita umana intesa come un fluire magmatico da imbrigliare, la sottile e continua dialettica fra realtà e apparenza, il confine labile che esiste fra lo spazio reale e quello teatrale.
Ecco! È così che da tutto questo, veniamo fuori noi: Volti dal Kaos.